Il melangolo

21 novembre 2011 § Lascia un commento

More about Pop filosofia

Ascolta la puntata dedicata a Il melangolo: Montag2x08

Il progetto editoriale che portò alla fondazione della casa editrice Il melangolo nacque all’interno del Dipartimento di filosofia dell’Università di Genova nel 1976. Due professori, Carlo Angelino (ordinario di Estetica) ed Elio Gioanola (ordinario di Letteratura Italiana) insieme a un gruppo di studenti, tra cui Vittorio Bo e Renato Sartoris, scelsero il melangolo (l’arancio amaro citato da Eugenio Montale nella sua Elegia a Pico Farnese) quale logo e simbolo di una casa editrice che rivelava fin da subito una vocazione culturale elitaria. Formu- lazione dei programmi e scelte editoriali dovevano, nell’intenzione dei fondato- ri, rimanere fedeli al principio che ne ha stimolato la nascita privilegiando, sempre e comunque, l’indiscutibile valore culturale di opere e autori pubblica- ti e delineando il carattere della casa editrice, che si è proposta come punto di riferimento per chi desidera approfondire i grandi temi della filosofia, della saggistica e della letteratura. Successivamente si decise di pubblicare anche brevi testi narrativi, sempre comunque di autori di riconosciuto valore.

Grazie anche al fatto di essere passata alla fine degli anni ’80 alla distribuzione nazionale di Messaggerie libri, ampliando il ventaglio delle proposte edi- toriali, Il melangolo può ormai essere considerato una sigla storica della picco- la editoria nazionale. Al principio degli anni ’90 l’ingresso della Einaudi nella compagine societaria rappresentò una svolta sia per la qualità della produzione che per il numero dei titoli, aprendo e potenziando il settore della narrativa. Alle firme che caratterizzavano lo stile della casa editrice – tra gli altri Hans Jo- nas, Martin Heidegger, Vladimir Jankélévitch, Octavio Paz, Alda Merini, Carlo Levi, Michail Bulgakov – si affiancarono i nomi di Claudio Magris, Mario Rigoni Stern, Francesca Sanvitale, Fruttero & Lucentini, Vincenzo Consolo e Lalla Romano. Nel 1996 infine, grazie all’intervento di nuovi finanziatori e sostenitori tra cui Francangelo Scapolla, Marco Fidora e Magiù Viardo, le quote Einaudi furono riacquistate e la casa editrice tornò ad essere indipendente.

Attualmente la compagine societaria è composta da 16 soci che per la maggior parte collaborano attivamente alla vita della casa editrice. Carlo Angelino è il direttore editoriale, Marco Fidora si occupa della parte commerciale e amministrativa, Francesca Bolino, Simone Ragazzoni e Magiù Viardo si occupano della redazione e dell’ufficio stampa. La maggior parte del lavoro redazionale (curatele e traduzioni) è generalmente affidata a collaboratori esterni alla casa editrice.

Oggi il catalogo de Il melangolo comprende più di 450 titoli, suddivisi in 7 collane: “Nugae”, “Nova”, “Opuscula”, “Lecturae”, “Opera”, “Università”, ol- tre ad una nuova collana in collaborazione col Teatro Stabile di Genova in cui vengono pubblicati i testi e l’apparato critico degli spettacoli in cartellone.

Ogni anno la casa editrice pubblica circa 35 novità e 15 ristampe e la tiratura media è tra le 1.000 e le 1.500 copie.

Ogni collana ha una caratteristica linea editoriale, ma tutte sono di elevato livello culturale e particolarmente curate nella presentazione e realizzazione grafica.

Nelle “Nugae” (123 titoli) sono pubblicati in maggior parte testi di narrati- va, tra gli altri Jean Jenet, Jean Starobinski, Alda Merini, Paul Auster, Ray- mond Queneau, Edoardo Sanguineti, Andrè Gide, Paolo Bertolani e anche bre- vi saggi tra cui L’ultimo a parlare (Paul Celan) di Maurice Blanchot, L’ordine del giorno di Jean Starobinski e Conversazioni su Dante di Mandel’stam; nelle “Lecturae” (34 titoli) compaiono classici come Jules Michelet, di cui sono stati pubblicati in un primo tempo Il mare e recentemente La montagna, Joseph Conrad, Wilhelm Dilthey, contemporanei come Josè Saramago e importanti sag- gi critici come il recente Nel segno di Orfeo-Fernando Pessoa e l’Avanguardia portoghese di Luciana Stegagno Picchio o ancora Il sentiero di campagna, breve scritto letterario di Martin Heidegger.

Collana storica della casa editrice, “Opuscula” (130 titoli) comprende brevi opere che spaziano dalla filosofia alla critica letteraria. Accanto a testi di Ari- stotele, Plotino, Heiddeger, Gadamer, Levinas, Maimonide, Jonas, Kirkegaard, Hadot, anche riflessioni su temi di attualità (Crepon, Lacoue-Labarthe, Derrida, Gauchet e Pastoreau).

Vi è stato, in questi ultimi anni, un incremento della produzione filosofica grazie all’ideazione in questa collana di due nuove serie: “Filosofia 2000”, che accoglie i pareri delle più prestigiose voci contemporanee sul mestiere del filo- sofo nel nostro tempo e sul futuro della filosofia, tra gli altri Gianni Vattimo, Mi- chael Dummett, Emanuele Severino, Hans Georg Gadamer e. di prossima pub- blicazione, Gunter Figal, Giovanni Reale e Franco Volpi; e “Iyuun” (teoria) in- teramente dedicata alla filosofia ebraica medievale in cui compaiono testi di Gabirol, di Falaquera, nonché studi su Maimonide e altri pensatori ebrei. Que- sta collana è frutto di una collaborazione con studiosi dell’Università ebraica di Gerusalemme.

Nella collana “Opera” si trovano lavori di più ampio respiro per compiutez- za ed esaustività. Tra gli altri: Le grandi correnti della mistica ebraica di Ger- shom Scholem; Dell’Interpretazione: saggio su Freud di Paul Ricoeur, il Dio dei filosofi di Weischedel (in 3 volumi), la Storia della filosofia politica di Cropsey- Strauss, oltre ai quattro testi inediti dei corsi universitari tenuti da Martin Hei- degger negli anni in cui scriveva Essere e tempo, cui verrà aggiunta la pubblica- zione nel 2005 di Metafisica e Nichilismo e di Reden (1910-1976), i discorsi pubblici tenuti nell’intero arco della sua vita. La collana “Nova” comprende te- sti di narrativa: Giorgio Scerbanenco, Christophe Bataille, Pat Barker, Emma- nuel Bove.

Dal 2002 Il melangolo pubblica inoltre due riviste semestrali di filosofia, «Eidos» diretta da Carlo Angelino ed «Estetica» diretta da Sergio Givone.

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Il melangolo su montag.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: