66th And 2nd

14 giugno 2011 § Lascia un commento

Ascolta la puntata: 66thAnd2nd

66thand2nd è una casa editrice indipendente con sede a Roma con due collane principali e un fuori catalogo davvero sorprendente. Della sua nascita e dei suoi progetti editoriali ne abbiamo parlato con il direttore editoriale Tomaso Cenci.

L’idea di fondare una casa editrice che desse spazio a un genere tipico della letteratura americana, la letteratura sportiva, è nata a New York, nell’appartamento all’incrocio tra Sessantaseiesima Strada e la Seconda Avenue dove Isabella Ferretti e Tomaso Cenci, le due menti del progetto, abitavano al tempo. Dopo un periodo di scoperta, studio, corteggiamento degli autori, acquisto dei diritti, definizione del piano editoriale, che ebbe inizio nel 2000 in quel di Manathan, l’impresa vede finalmente la luce con la pubblicazione, nella collana ATTESE del romanzo Shoeless Joe di William Patrick Kinsella, da cui è tratto il film L’uomo dei sogni.

La collana ATTESE, infatti, accoglie romanzi che hanno lo sport come detonatore della storia. Non libri di sport o libri per tifosi, ma romanzi per chiunque ami la narrativa di qualità e riconosca che l’evento o il personaggio sportivo possono dar luogo a una narrazione altra. Nell’affascinante itinerario per luoghi e sport diversi, tanti sono i compagni di viaggio: gli sferzanti monologhi dell’arbitro Fertig e dell’allenatore senza nome, il pellegrinaggio per le strade d’America dell’idealista Ray, la partita perfetta di Billy, i sogni di gloria di un gruppo di ragazzi nella Spagna franchista e il sogno liberatorio di Walacek, la battaglia per i diritti civili di Rubin «Hurricane» Carter, il famoso pugile imprigionato per triplice omicidio, e di Jackie Robinson, il primo afroamericano a giocare nelle Major Leagues di baseball, il riscatto attraverso il rugby di un giovane operaio inglese e di un anziano malato di Alzheimer.

La collana BAZAR, invece, è dedicata a romanzi di autori di tutto il mondo che vivono lontani dal loro paese d’origine o sono tornati in patria dopo aver trascorso parte della vita all’estero. Accomunati dallo sforzo di esprimere attraverso la narrazione l’esigenza di mantenere la propria identità culturale in un mondo sempre più multietnico, questi auori hanno trovato un casa accogliente. Tra loro c’è chi si affida all’umorismo, chi ricorre alla letteratura per riparare ingiustizie e denunciare abusi, chi si sofferma sulle tappe del processo di integrazione. Bazar è un itinerario attraverso luoghi, leggende, tradizioni verso la riscoperta delle proprie radici. Ci sono i racconti ambientati tra New York e Kumasi del ghanese Mohammed Naseehu Ali, le rarefatte atmosfere del sudest asiatico della scrittrice vietnamita naturalizzata francese Minh Tran Huy, i viaggi nel tempo tra l’India di ieri e di oggi dell’autrice indocaraibica Lakshmi Persaud, la banlieue parigine e i ricordi d’infanzia in un Congo bizzarro e coloratissimo del congolese Alain Mabanckou e un impietoso spaccato della vita degli emigrati in America attraverso il racconto delle vicende private delle scrittrici  coreano-americane Katherine Min e Patty Kim.

Infine un formidabile Fuori Catalogo,  La Fine, il romanzo d’esordio di Salvatore Scibona, nato a Cleveland nel 1975 e incluso nella lista  dei venti migliori romanzieri sotto  quarant’anni realizzata dal «New Yorker». Il romanzo è ambientato a Cleveland, Ohio, il 15 agosto 1953 e racconta con un ritmo serrato le vite di cinque immigrati italiani si intrecciano nel quartiere di Elephant Park. Rivalità, gelosie e segreti inconfessati prendono forma mentre in strada la processione di ferragosto ha il sapore della rivolta. Dell’autore e del suo romanzo Antonio Monda nel quotidiano la Repubblica scrive «Scibona si rivela un virtuoso della lingua e della costruzione narrativa, ma il suo più grande talento è nel creare personaggi memorabili».

Advertisements

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo 66th And 2nd su montag.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: